Here We Are In The Years / Eccoci qui negli anni

Now that the holidays have come
They can relax and watch the sun
Rise above all of the beautiful things they've done

Go to the country, take the dog
Look at the sky without the smog
See the world, laugh at the farmers feeding hogs
Eat hot dogs

What a pity that the people from the city
Can't relate to the slower things
That the country brings

Time itself is bought and sold
The spreading fear of growing old
Contains a thousand foolish games that we play
While people planning trips to stars
Allow another boulevard to claim a quiet country lane
It's insane

So the subtle face is a loser this time around
Here we are in the years
Where the showman shifts the gears
Lives become careers
Children cry in fear
”Let us out of here!”


* * * *

Ora che le vacanze sono arrivate
Loro possono rilassarsi e guardare il sole
Elevarsi sopra tutte le bellissime cose che hanno fatto

Vai in campagna, porta il cane
Guarda il cielo senza lo smog
Guarda il mondo, ridi dei contadini che nutrono i maiali
Mangia hot dogs

Che peccato che la gente della città
Non possa apprezzare i ritmi più lenti1
Che la campagna comporta

Il tempo stesso è comprato e venduto
La paura dilagante dell’invecchiare
Racchiude un migliaio di stupidi giochi che facciamo
Mentre la gente progetta viaggi verso le stelle
Permette a un altro viale di rivendicare un tranquillo sentiero rurale
È una follia

Perciò la parte sottile2 è quella perdente stavolta
Eccoci qui negli anni
In cui lo showman cambia le marce
Le vite diventano carriere
I bambini piangono spaventati
“Lasciateci uscire di qui!”


[1] Letteralmente “Le cose più lente”.
[2] “Subtle” ha molte connotazioni sia positive che negative, come “delicato” e “subdolo”.